Dancin’Bo 2021 – quest’anno in digitale con Viktory Media

Poteva forse una pandemia globale fermare la tenacia e l’inventiva di due forze della natura come Monica Ratti e Vittoria Cappelli? ovviamente no!

e così Dancin’Bo, la manifestazione che ormai sta diventando una certezza per la città di Bologna, quest’anno ha trovato un nuovo modo di raggiungere il suo Pubblico e lo fa passando per la webtv bolognese Sport2u.

Quella che era una manifestazione con coreografie e performance itineranti per il centro di Bologna si è trasformata in una trasmissione televisiva sotto ogni punto di vista, le esibizioni si sono trasformate in videoclip realizzati in cornici meravigliose come l’Archiginnasio, il musei medioevale, il Mamabo (museo di arte contemporanea), Palazzo d’Accursio, e ha trovato la sua casa nel piccolo teatro Aldovrandi in villa Mazzacorati.

Il teatrino del 700 ha infatti ospitato le interviste che si sono susseguite alle varie eccellenze artistiche di bologna, dagli artisti più gettonati alle scuole più prestigiose senza mai creare una competizione, ma bensì una vetrina per l’arte e per la danza con lo scopo di portare questo insieme di bellezza nelle case dei bolognesi e non solo.

Ideato appunto da Monica Ratti e Vittoria Cappelli, il format ha la regia di Valerio Polverari e le riprese sono state effettuate dallo staff di Viktory Media.

Ayman Aly al MAMBO

Peter Gabusi e Sara Fontana a Palazzo d’Accursio

Valentina Poggi all’Archiginnasio

di seguito il comunicato :

Con Dancin’Bo 2021 la danza diventa digitale e attraversa i luoghi della cultura a Bologna

Una call per lavori di videodanza e un format di webtv per la terza edizione del progetto bolognese dedicato alla danza

Si trasferisce online la terza edizione di Dancin’Bo, il progetto dedicato alla danza, firmato da Vittoria Cappelli e Monica Ratti, che lo scorso anno ha registrato 80 mila presenze coinvolgendo più di 50 realtà tra associazioni, scuole di danza e compagnie professionali. L’edizione 2021 di Dancin’Bo propone due concorsi di videodanza e un format di webtv in onda la prossima primavera.

 

“Dancin’Bo cambia formula, nel pieno rispetto delle norme sanitarie quest’anno sbarca sul web e si rivolge a ragazze e ragazzi, professionisti, scuole di danza, singoli e gruppi – dichiara Matteo Lepore, assessore alla Cultura del Comune di Bologna e presidente della Destinazione turistica Bologna metropolitana – Abbiamo ideato un progetto per continuare a mettere Bologna al centro della danza, dell’arte del corpo e del movimento abitando gli spazi della città, con le sue architetture, monumenti, musei, biblioteche e teatri. Ringrazio Vittoria Cappelli e Monica Ratti che hanno saputo trasformare Dancin’Bo in un progetto digitale di qualità”.

 

Sono tre le azioni previste da Dancin’Bo 2021 per celebrare, seppur a distanza, la bellezza e l’energia del ballo in tutte le sue forme. Si parte con le due open call per la ricerca di lavori di videodanza, ovvero il concorso Dancin’Bo World Connection per interpretare con la danza la singolare esperienza del lockdown e quello dedicato ai luoghi di Bologna e area metropolitana Dancin’Bo Site Specific, entrambi in partnership con Bologna Welcome.

In programma anche un format di webtv in tre puntate per valorizzare e promuovere le diverse declinazioni della danza a Bologna attraverso performance, incontri e interviste con i tanti protagonisti della scena professionale e amatoriale locale. Un’occasione gioiosa e inclusiva di raccontarsi per scuole di danza, associazioni culturali, compagnie e professionisti anche attraverso video originali realizzati nei luoghi d’arte e cultura più suggestivi della città, tra le architetture e i monumenti della Bologna storica e contemporanea. Le puntate di Dancin’Bo on air saranno trasmesse a marzo sulla web TV bolognese Sport2U e rilanciate sulle pagine social dei partner coinvolti nel progetto.

 

In tempi in cui è più che mai necessario coltivare la flessibilità per rimodulare, adattare e inventare un differente modo di fare cultura, capace di creare nuove connessioni e forme di socialità, l’edizione 2021 di Dancin’Bo si trasforma sfruttando il web.

Il cuore di questo rinnovato percorso di ricerca è l’arte, intesa non solo come l’insieme delle competenze e delle conoscenze specifiche, ma anche come strumento che forgia e risveglia la gioia della creatività e della conoscenza. Come sostiene Vladimir Majakovskij  “L’arte non è uno specchio per riflettere il mondo, ma un martello per forgiarlo”. In questo senso il

ritorno del format costituisce anche un tassello rilevante nel percorso di ri- posizionamento

di Bologna come destinazione turistica a vocazione artistico- culturale.

Dancin’Bo 2021 è una produzione di Avvertenze Generali, promossa da Città metropolitana di Bologna – Destinazione turistica, in collaborazione con il Comune di Bologna, Camera di Commercio di Bologna e Bologna Welcome.

 

 

CONCORSO DANCIN’BO 2021: COS’È E COME PARTECIPARE

 

Fino al 10 marzo 2021 saranno aperte le iscrizioni al Concorso Internazionale Dancin’Bo World Connection e al Concorso Dancin’Bo Site Specific.  L’iscrizione è gratuita.

Il bando completo e il form di partecipazione sono pubblicati sul sito di Bologna Welcome e di Avvertenze Generali ai seguenti link: bolognawelcome.com e avvertenzegenerali.it/dancinbo

 

  • Dancin’Bo World Connection

Il concorso è indirizzato a tutti i professionisti italiani e stranieri (compagnie, performers, ballerini, registi, coreografi, videomaker) che durante il periodo di lockdown hanno realizzato lavori video a testimonianza di questo particolare momento storico.  ll Concorso intende promuovere e sostenere coloro che, nonostante le attuali difficoltà, hanno utilizzato il linguaggio audiovisivo offrendo ulteriore visibilità e promozione alla danza.

Sono previste due categorie di partecipanti: la categoria Solo e la categoria Gruppi

 

  • Dancin’Bo Site Specific

Il concorso è indirizzato alle associazioni culturali/sportive, scuole di danza, gruppi spontanei di danzatori e singoli danzatori, che dovranno realizzare un video per raccontare in danza i luoghi del territorio bolognese: piazze, strade, periferie, cortili, giardini, architetture, spazi interni museali, scalinate, ecc… Quindi luoghi evocativi e facilmente riconducibili alla città di Bologna.

Sono previste due categorie di partecipanti: la categoria Solo e la categoria Gruppi

 

Per entrambi i concorsi sono previste due fasi di selezione:

  • una pre-selezione nella quale il Comitato Artistico, composto da Vittoria Cappelli imprenditrice culturale, Monica Ratti critico di danza, Marco Laudani coreografo e Valentina Marini curatrice e produttrice progetti danza, selezionerà 10 video per ciascun concorso
  • una seconda fase nella quale una giuria composta da professionisti del mondo della danza, imprenditori e operatori culturali del territorio bolognese decreterà i vincitori.

 

Ai primi classificati della categoria Solo e della categoria Gruppi, di ciascun concorso verranno riconosciuti premi in denaro, per un totale di 3000 €.

 

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SU DANCIN’BO 2021

 

  • it
  • it/dancinbo
  • com