Connie Godano

(Event Manager - Producer)

Ha cominciato a lavorare nel mondo degli eventi e della produzione/post-produzione dei filmati nel 2003, dopo aver studiato “grafica multimediale” presso l’istituto IED di Roma e aver conseguito gran parte degli studi in scuole inglesi all’estero e in Italia.

Nei primi due anni di lavoro, ha seguit­o un lungo tirocinio nei vari reparti organizzativi e produttivi per poi approdare nel ruolo di direttore operativo e creativo di ogni progetto.

Appassionata d’arte visiva, ha anche sviluppato competenze nell’ambito della grafica, videografica e grafica 3D, permettendo ai prodotti multimediali di fare quel salto di qualità che oggi fa la differenza.

E’ una persona determinata e perfezionista, che ama portare a termine il proprio lavoro con successo grazie alla costante ricerca della qualità e innovazione nei suoi progetti, senza mai tralasciare il messaggio istituzionale del cliente.

La sua filosofia si può definire rock ‘n roll, ovvero the show must go on, lo spettacolo deve andare in onda. Il progetto sfida l’impossibile? Si superano gli ostacoli e il lavoro si porta a casa con successo, sempre e comunque.

Grazie a questa sua mission, è riuscita a ottimizzare i processi di lavoro con un occhio sempre volto ai costi e alla qualità del prodotto.

Ha lavorato per oltre dieci anni per grandi aziende come Confindustria, NTV (treno Italo), Fondimpresa, Ance, Poste Italiane, Artigrafiche Boccia e cravatte Marinella. Si è quindi specializzata nel settore Corporate, nell’organizzazione di eventi quali Convention e Assemblee aziendali, che hanno visto una partecipazione fino a cinquemila ospiti in sala, e nelle piccole e grandi produzioni video come filmati istituzionali, industriali, commerciali e promozionali.

Fiore all’occhiello della sua carriera, l’aver curato in prima persona tutta la comunicazione di NTV (Italo treno) agli albori della società quando ancora non era in servizio il treno. In particolare, ha organizzato per intero l’evento di presentazione del treno Italo, per la prima volta al pubblico e alla stampa, utilizzando i teli kabuki per un effetto a sorpresa spettacolare in sala.